TLC. 5 aprile, Unione Consumatori proclama sciopero contro la prepotenza dei gestori

E’ ora di dire basta alla prepotenza dei gestori telefonici. E’ ora che gli utenti telefonici difendano con forza i propri diritti ed obblighino le società telefoniche a rispettarli. E quanto dichiara l’Unione Nazionale Consumatori, proclamando lo sciopero degli utenti per il prossimo mercoledì 5 aprile. Per tutta la giornata gli utenti – prosegue la nota dell’UNC – limiteranno l’uso del telefono fisso e di quello mobile alle sole chiamate indispensabili. Sarà un segnale forte per il management dei gestori telefonici, che è interessato solo al profitto e non ai diritti dei consumatori.

Solo nel 2005 i gestori telefonici hanno incassato circa 250 milioni di euro per servizi attivati all’insaputa degli utenti, tanto che l’Authority per le comunicazioni ha avviato un’indagine che auspichiamo si concluda presto con sanzioni esemplari. Lo sciopero -conclude l’Unione Consumatori– vuole essere un richiamo forte alla legalità nel mercato della telefonia, affinché l’ex monopolista Telecom Italia, la cui condanna per abuso di posizione dominante è stata confermata recentemente dal Consiglio di Stato con una multa di 115 milioni di euro, e tutti gli altri gestori recepiscano le legittime richieste dei consumatori.

 

Comments are closed.