TLC. Adiconsum chiede che l’ADSL diventi un “servizio universale”

Prima Elitel, poi Intratec/Vira e oggi Telvia: sono tre gli operatori che assieme ai propri utenti stanno scontando la sospensione delle linee Adsl da parte di Telecom Italia. L’estensione del fenomeno, che riguarda migliaia di utenti, ha causato notevoli disagi ed è una condizione inaccettabile se si considera che l’Adsl oggi è di fatto un servizio universale anche più importante e vitale del consolidato telefono. Adiconsum non entra nel merito dei rapporti economici tra le aziende, ma chiede che non venga penalizzato il consumatore che ha regolarmente pagato le bollette.

La causa principale è imputabile al fatto che l’Adsl non è ancora, a norma di legge, un "Servizio universale". Per questo motivo Adiconsum rinnova la richiesta al Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, di emanare al più presto un decreto che definisca tale specificità.
Inoltre, Adiconsum chiede l’intervento dell’Autorità Garante delle Comunicazioni per tutelare gli interessi e i diritti dei consumatori penalizzati da questa vicenda.

Comments are closed.