TLC. Agcom: approvato piano di riassetto frequenze di telefonia mobile

Si bandirà una gara per l’assegnazione delle frequenze a 2100 MHz UMTS aperta agli operatori esistenti e a "nuovi operatori entranti interessati all’ingresso nel mercato dei servizi di telefonia mobile". È quanto ha annunciato l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Il Consiglio dell’Agcom ha infatti approvato ieri il provvedimento per il riassetto delle frequenze utilizzate per i servizi di telefonia mobile.

"Tale riassetto – si legge nella nota Agcom – consentirà un uso più efficiente dello spettro radio con la possibilità di utilizzare tecnologie di terza generazione, quali l’UMTS, nelle bande a 900 MHz (refarming), attualmente utilizzate per il GSM. Con il piano approvato oggi l’Italia – afferma l’Autorità – oltre ad essere uno dei primi paesi in Europa ad aver avviato le procedure per il passaggio all’UMTS a 900 MHz, è l’unico che ha altresì, definito i dettagli del piano di riorganizzazione della banda stessa".

"Il provvedimento definisce infine anche le procedure per l’assegnazione delle frequenze a 2100 MHz UMTS, rientrate nella disponibilità dello Stato al termine del contenzioso giudiziario relativo a IPSE2000 che potranno essere assegnate tempestivamente mediante procedura competitiva (asta)cui potranno partecipare, sia gli operatori esistenti, interessati a sviluppare la propria offerta di servizi a larga banda, sia operatori nuovi entranti interessati all’ingresso nel mercato dei servizi di telefonia mobile".

Comments are closed.