TLC. Antitrust: “Ingannevole lo spot dell’892892”. Cittadinanzattiva: “Una vittoria di Pirro”

L’Antitrust ha dichiarato ingannevole e ne ha vietato l’ulteriore diffusione la pubblicità dell’892892, il servizio di informazione telefonica che ha imperversato in tv nei mesi scorsi. A darne comunicazione è Cittadinanzattiva, che aveva segnalato lo spot già nel luglio 2005. "È una vittoria di Pirro – dichiara Giustino Trincia Vice Segretario generale di Cittadinanzattiva – dato che già da tempo i messaggi censurati non compaiono più. Per una effettiva tutela del consumatore occorrono procedure più agili e tempestive soprattutto se si pensa a settori come quello delle telecomunicazioni in cui l’ingresso di nuovi operatori e il proliferare di condizioni per una molteplicità di servizi può comportare incertezze e rischi di pregiudizi per i diritti dei cittadini consumatori".

"I messaggi pubblicitari diffusi a mezzo spot televisivo dalla società "Il numero Italia s.r.l" con riferimento alle condizioni economiche del servizio – si legge dal provvedimento dell’Antitrust – costituiscono una fattispecie di pubblicità ingannevole. In particolare l’Antitrust rileva che le informazioni relative alla condizioni economiche del servizio nel famoso spot televisivo sono riportate con caratteri grafici ridotti e per un tempo del tutto insufficiente a consentire la loro lettura".

 

Comments are closed.