TLC. Aumento tariffe unbundling, Commissione Ue invita l’Agcom a rivederlo

Va bene il calcolo dei prezzi all’ingrosso, elaborato dall’Agcom, per l’accesso alla rete di Telecom Italia; da rivedere quello per i prezzi commerciali e di manutenzione. E’ quanto scrive la Commissione Europea in una lettera inviata oggi all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Secondo la Commissione il metodo utilizzato dall’Agcom per calcolare i costi di rete per l’accesso all’ingrosso ai concorrenti di Telecom Italia riflette i costi sostenuti da un operatore efficiente che gestisce una rete in rame di nuova costruzione in un mercato competitivo.

Quello usato per definire l’aumento delle tariffe di unbundling (l’utilizzo e il conseguente canone mensile che gli operatori alternativi pagano a Telecom Italia per l’accesso alla sua rete) non riflette, invece, tale approccio e la Commissione invita l’Agcom a riesaminarlo, per evitare che gli operatori alternativi si trovino a dover pagare prezzi più elevati di quelli generalmente esigibili per un accesso di alta qualità a una rete moderna. I prezzi dovranno fornire indicazioni di investimento chiare sia a chi richiede sia a chi fornisce l’accesso e garantire ai consumatori prezzi equi per l’accesso all’internet ad alta velocità. Per quanto riguarda i requisiti di qualità che Telecom Italia deve soddisfare prima di procedere a un aumento dei prezzi, la Commissione invita l’Agcom a illustrare con precisione le richieste presentate a Telecom Italia in modo da garantire la certezza regolamentare a tutti gli operatori di mercato.

"È di fondamentale importanza – ha dichiarato Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea e responsabile dell’Agenda digitale – che il prezzo fatturato dagli operatori storici delle comunicazioni degli Stati membri dell’UE ai propri concorrenti per poter accedere alle loro reti in rame sia equo. Un accesso equo rafforza la concorrenza nei servizi ai consumatori e fornisce corrette indicazioni di investimento. Invito l’AGCOM a riesaminare il calcolo dei prezzi di accesso di Telecom Italia, applicando in modo coerente il proprio modello per determinare i costi commerciali e di manutenzione."

 

Comments are closed.