TLC. Aumento tariffe unbundling, operatori alternativi: passo indietro in liberalizzazione

L’aumento delle tariffe unbundling viene bocciato dagli operatori di reti di tlc alternativi a Telecom, che insieme sottolineano come la decisione dell’Agcom di aumentare le tariffe dovute a Telecom "rappresenta un significativo passo indietro nel processo di liberalizzazione del mercato della telefonia fissa e, se confermata, avrà gravi ripercussioni sull’intero mercato e sui consumatori italiani in termini di aumenti di prezzi, minore concorrenza ed innovazione". Per Wind, Vodafone, Tiscali e Fastweb, inoltre, il provvedimento avvantaggia Telecom perché quest’ultima sarà spinta a continuare a offrire i servizi su rete in rame invece di investire sulla fibra. Dal provvedimento, inoltre, consegue la previsione di un aumento dei prezzi finali agli utenti degli operatori alternativi.

Comments are closed.