TLC. Authority, nuove regole per la portabilità

La delibera dell’Authority che entrerà in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale detta nuove regole ai gestori di telefonia mobile per la portabilità del numero: tempi più celeri per la gestione delle pratiche. La portabilità del numero nella telefonia mobile deve avvenire con tempi più rapidi e l’arretrato a smaltito con celerità. A stabilirlo è la delibera dell’Autorità per le telecomunicazioni, che ha deciso di portare da 7.500 a 9.000 unità al giorno la capacità di evasione degli ordini per chi vuole cambiare gestore mantenendo il proprio numero telefonico, una procedura che fino alla fine del 2005 aveva coinvolto 7 milioni di consumatori.

La delibera, che entrerà in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e che si è resa necessaria dopo il mancato accordo tre le aziende, prevede che entro i successivi 30 giorni gli operatori mobili assicurino questo ritmo in qualità di ‘donating’ (vale a dire di gestore donatore)alle richieste provenienti dagli operatori ‘recipient’ (ossia quelli verso cui ‘migrano’ i clienti).

Inoltre l’Authority detta anche le regole per la gestione delle richieste, sposando il meccanismo del "primo arrivato primo servito". Viene infatti previsto che gli operatori donatori assicurino priorità di presa in carico degli ordini e, in caso di validazione positiva, di evasione dei medesimi in funzione dell’ordine con cui vengono richiesti dai singoli operatori mobili riceventi, anche utilizzando una numerazione progressiva degli ordinativi: l’obiettivo è quello di fornire maggiore certezza sui tempi e di evitare che l’operatore donatore adotti comportamenti discriminatori tra gli utenti.

Per consultare la delibera clicca qui

Comments are closed.