TLC. Bollette shock per Iphone e Smartphone, CTCU avverte sui possibili rischi

Smart Phone, Iphone, sono ormai oggetti tecnologici diffusi tra i consumatori che hanno relegato i cellulari tradizionali a pezzi di antiquariato. Ma il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano mette in guardia sui possibili rischi che si nascondono dietro questi telefonini "intelligenti": sono sempre di più gli utenti che si vedono recapitare bollette stratosferiche per un traffico Internet che non hanno mai effettuato.

"Il problema – spiega una nota dell’Associazione – è causato dall’Iphone stesso, che si connette autonomamente ad Internet per scaricare dati ed auto-aggiornare i propri programmi. I casi di bollette a 3 zeri dovuti a questo problema sono purtroppo in costante aumento". In questi casi fare reclamo è inutile, poiché il traffico Internet risulta effettivamente effettuato ed il gestore telefonico è in grado di esibire i tabulati delle connessioni senza timore di essere smentito.

Di solito queste bollette choc arrivano dopo periodi di regolare e tranquilla utilizzazione dell’Iphone. "Se un consumatore ha aderito ad una tariffa flat – continua la nota – comprensiva di un volume sufficiente di traffico internet può non accorgersi per mesi o per anni di tali connessioni, fino a quando, in seguito ad un cambio di tariffa, alla scadenza di una promozione o anche più semplicemente a causa di un viaggio all’estero, il traffico internet non rientra più nel prezzo di abbonamento, ma viene conteggiato in base alla tariffazione ordinaria".

Nella maggior parte dei casi, i consumatori che si rivolgono al CTCU dichiarano di non essere stati in alcun modo informati su questa caratteristica dell’Iphone e l’Associazione stigmatizza fermamente la poca trasparenza dimostrata da parte di chi, sia esso il gestore telefonico di turno oppure il negoziante della porta accanto, decanta le qualità dell’Iphone, senza informare correttamente sugli aspetti cui prestare attenzione. "È l’ennesima occasione persa per reintrodurre un po’ di fiducia nel "Far West" delle telecomunicazioni", concludono con amarezza al CTCU, "ai consumatori che proprio non vogliono rinunciare alla moda del momento consigliamo di richiedere la disattivazione delle connessioni automatiche o, almeno, di attivare un piano tariffario che li metta al riparo da sorprese.

Comments are closed.