TLC. Calabrò (Agcom) nominato presidente del network regolatori dell’area euromediterranea

Sviluppo della banda larga, reti di nuova generazione, passaggio dalla televisione analogica a quella digitale, promozione della concorrenza e tutela del consumatore sono i temi chiave proposti dal presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, che ha assunto oggi la presidenza per il 2011 dell’EMERG (Euro-Mediterranean Regulators Group), il network dei regolatori del settore delle comunicazioni elettroniche dell’area mediterranea, che ha tenuto a Roma la propria riunione plenaria. La piattaforma riunisce le Autorità di regolamentazione nel settore delle comunicazioni elettroniche dei Paesi europei ed extra europei che si affacciano sul bacino del Mediterraneo.

Oltre a sottolineare i temi sui quali centrare la collaborazione nell’area euro mediterranea, Calabrò ha sottolineato il valore del sostengo ai progetti di cooperazione fra le due sponde del Mediterraneo: "È significativo – ha detto – che del nostro network facciano parte Paesi in situazioni molto diverse e che tuttavia tutti insieme troviamo linee di sviluppo civile che ci accomunano. Ciò porta ad un consolidamento delle relazioni internazionali e ad un rafforzamento della coesione e, quindi, della stabilità dell’area".

Calabrò si è fatto promotore di un rafforzamento del network: "Per l’EMERG è essenziale una prospettiva di consolidamento della cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo e di promozione dello sviluppo delle infrastrutture e dei servizi. In Europa il settore delle comunicazioni elettroniche riveste un ruolo sempre più importante nell’economia dei singoli Paesi. Questa tendenza non può non coinvolgere l’area del Mediterraneo. In quest’ottica l’AGCOM si impegnerà perché l’EMERG possa avere un futuro stabile quale strumento di cooperazione interistituzionale".

Comments are closed.