TLC. Cittadinanzattiva: niente sms solidale per AACC. Antitrust dà ragione a compagnie telefoniche

Niente sms solidale per le associazioni dei consumatori. Il caso è stato scoperto da Cittadinanzattiva lo scorso dicembre, in occasione di una campagna di raccolta fondi realizzata sulla Rai dal Tribunale per i diritti del malato. E ha un seguito: l’Antitrust ha dato ragione alle compagnie telefoniche che hanno negato la possibilità di sms solidali alle associazioni dei consumatori . Afferma oggi Cittadinanzattiva: "Con decisione unilaterale, inspiegabile e dannosa per i cittadini, gli operatori della telefonia italiana hanno deciso che se tuteli i consumatori non hai diritto a fare raccolta fondi con sms solidali. Né ora, né mai. E l’Antitrust, dopo una istruttoria durata sette mesi, non ha trovato niente di meglio che dare ragione al cartello delle compagnie, riconoscendone – di fatto – l’arbitrio nell’escludere intere categorie di organizzazioni civiche da una delle principali modalità di raccolta fondi oggi esistente".

È rimasta anche inascoltata la richiesta dell’avvio di un tavolo di confronto che coinvolgesse operatori, associazioni dei consumatori e la stessa Autorità di settore per individuare criteri condivisi da porre alla base dell’assegnazione di sms solidali. Cittadinanzattiva chiede ora un intervento legislativo ad hoc. E attraverso il vicesegretario generale Antonio Gaudioso commenta: "Il vuoto normativo sul quale le compagnie telefoniche fondano la loro decisione appare la classica scusa per boicottare le associazioni impegnate nel denunciarne i quotidiani abusi e disservizi a danno dei consumatori. E l’Antitrust si è ben guardata dal porre un freno a questo cartello, omologandosi all’immobilismo dell’Agcom".

Comments are closed.