TLC. Confconsumatori Grosseto: H3G condannata a restituire quasi 600 euro

È la compagnia telefonica che deve fornire la prova del credito in caso di contestazione e, per quanto riguarda la telefonia, la prova di aver fatturato servizi resi e di aver rispettato il piano tariffario scelto dall’utente: questo il principio seguito dal Giudice di Pace di Grosseto che ha condannato H3G alla restituzione della somma di 592,30 euro, pagata da un utente per far fronte alle richieste del gestore telefonico e scongiurare così la sospensione del servizio. È quanto rende noto Confconsumatori Grossetto, sottolineando che l’utente si è rivolto all’associazione e al Giudice di Pace per il mancato rispetto del piano tariffario attivato con la compagnia telefonica e dunque per ottenere la restituzione di fatture che avevano importi "sballati". La società telefonica è stata condannata alla restituzione delle somme percepite e al pagamento delle spese processuali.

Comments are closed.