TLC. Confconsumatori Prato: vittoria contro bolletta sproporzionata, risarcito cliente Telecom

Bollette sproporzionate e incompatibili con quanto stabilito dal contratto: attraverso la conciliazione, un consumatore si è visto riconoscere l’annullamento delle fatture emesse da Telecom Italia per un importo di circa 300 euro e un ulteriore indennizzo di 300 euro per il disagio. È quanto registra la Confconsumatori di Prato, intervenuta in sede di conciliazione presso la Corecom Toscana di Firenze.

L’utente aveva infatti ricevuto "bollette con importi sproporzionati e comunque incompatibili con le disposizioni del contratto che era stato sottoscritto con Telecom Italia che prevedeva il pagamento di una quota fissa mensile – afferma l’associazione – Le contestazioni effettuate direttamente dal socio non avevano sortito effetto alcuno costringendolo pertanto a rivolgersi alla Confconsumatori di Prato dove gli è stata prestata la dovuta assistenza fino ad ottenere il successo presso la Corecom Toscana di Firenze".

"Questa ulteriore vittoria – afferma il presidente Confconsumatori di Prato Marco Migliorati – fa crescere la presenza e la rappresentatività sul territorio pratese della Confconsumatori di Prato dove i cittadini sanno di trovare un punto di riferimento ai loro problemi. Tanti infatti sono i cittadini che all’apertura dopo le vacanze estive si sono rivolti a noi per problemi di carattere edilizio ottenendo la dovuta assistenza da parte di professionisti del settore, mentre continuano sempre a prendere informazioni presso la nostra Associazione cittadini coinvolti nell’acquisto dei Bond Argentina. In merito, anticipo, sin da adesso che saranno prossimamente avviate azioni giudiziarie nei confronti di alcuni Istituti di Credito".

Comments are closed.