TLC. Consiglio d’Europa: proibire telefonini e wireless nelle scuole

Telefonini e dispositivi wireless dovrebbero essere proibiti nelle scuole per i potenziali rischi per la salute dei bambini. E’ quanto afferma un documento approvato dalla commissione del Consiglio d’Europa, che verrà discusso dall’assemblea plenaria. Secondo il documento queste tecnologie costituiscono "un potenziale pericolo" per la salute umana, e il loro uso andrebbe limitato attraverso diverse azioni: gli Stati membri dovrebbero innanzitutto adottare dei limiti alle esposizioni alle radiazioni emesse dai dispositivi, allertando gli utenti con degli avvisi sulla pericolosità sul genere di quelli dei pacchetti di sigarette. Nelle scuole inoltre non dovrebbe essere permesso l’uso dei cellulari, e dovrebbero essere promosse campagne per un uso consapevole di questi dispositivi.

Il documento invita i governi a "evitare gli errori del passato, quando sono stati riconosciuti con lentezza i pericoli dell’amianto, del fumo e del piombo nella benzina". "Anche se la ricerca non ha dato risposte definitive, il principio di precauzione e’ d’obbligo – spiega la senatrice Albertina Soliani, che fa parte della commissione del Consiglio d’Europa che ha elaborato il documento – la vita delle persone è più importante della possibilità di comunicare".

Comments are closed.