TLC. Consumatori diffidano Telecom: azienda non può limitare utilizzo della rete

Nei contratti di servizi adsl Telecom Italia afferma di riservarsi il diritto a limitare la connessione e l’utilizzo della Rete in momenti imprecisati della giornata. Secondo Acu, Altroconsumo, Codici e La Casa del Consumatore si tratta di una "clausola vessatoria nei confronti dell’utente internet, che si trova a pagare un prezzo fisso di fronte alla variabilità, in quantità e qualità, a completa discrezione del fornitore del servizio". Per questo motivo le quattro Associazioni dei Consumatori hanno inviato una diffida a Telecom Italia perché non sia applicata la clausola e siano riprisitinati i contratti che non la prevedevano.

"Oltre allo squilibrio contrattuale tra le parti, di per sé illegittimo, gli utenti saranno in condizione di non sapere in anticipo quando l’operatore applicherà le limitazioni di servizio e probabilmente nemmeno dopo averle subite, rendendo così impossibile l’eventualità di vedere riconosciuti i propri diritti" spiegano Acu, Altroconsumo, Codici e La Casa del Consumatore che concludono "La limitazione delle risorse di Rete è discriminatoria e non può essere imposta unilateralmente".

Comments are closed.