TLC. Corecom FVG: non pagare gli addebiti dei “numeri speciali” fraudolenti

Non pagare gli addebiti dei "numeri speciali" che si considerano fraudolenti e non pagare la parte di fattura che riporta addebiti per servizi mai attivati o dei cosiddetti "numeri speciali" quando l’utente è certo di non aver fatto le telefonate: è quanto consiglia il Corecom Friuli Venezia Giulia agli utenti che sono certi di non aver attivato o effettuato telefonate internazionali o via satellite e che ritengono di aver avuto degli addebiti fraudolenti.

"Ogni utente, prima di effettuare il pagamento, deve controllare sempre con grande attenzione la fattura e se dovesse trovare voci che non si riconoscono come realmente effettuate, si consiglia di non pagare l’intera somma richiesta, ma di detrarre da questa gli importi comprensivi di Iva delle voci in contestazione": è quanto afferma in una nota il Corecom FVG che aggiunge come, "una volta effettuato il "pagamento per differenza", per evitare la sospensione del servizio, l’utente dovrà rivolgersi al Corecom FVG, per attivare il procedimento conciliativo utilizzando l’apposito Formulario UG, che può essere scaricato dal sito www.corecomfvg.it, oppure da www.agcom.it".

"Questo procedimento, totalmente gratuito e che può essere attivato da chiunque senza bisogno di assistenza legale, permette di rivolgersi direttamente al rappresentante della Telecom, incaricata di fatturare questi importi anche per le altre compagnie telefoniche, e di ricevere adeguate risposte sia sul motivo degli addebiti sia sugli strumenti che si possono utilizzare per evitare che il problema si ripeta – commenta il Corecom – Il tentativo di prima conciliazione è obbligatorio prima di procedere, eventualmente, per le vie legali, ma è importante ricordare che nel 65% dei casi la conciliazione presso il Corecom FVG ha avuto un esito positivo, permettendo un notevole risparmio per le parti e soprattutto evitando di intasare il sistema giudiziario con pratiche lunghe e complesse".

Comments are closed.