TLC. Costi di ricarica, MSE: scelte alcuni gestori contrarie volontà legislatore

"Oggi migliaia di cittadini hanno ricaricato il cellulare senza pagare i costi fissi grazie alla norma del decreto legge sulle liberalizzazioni entrata in vigore oggi. Una norma che non può che essere riferita a tutti i clienti attuali secondo i loro piani tariffari". Ad evidenziarlo in una nota è il ministero dello Sviluppo economico che sottolinea come "subordinare l’eliminazione del costo fisso al passaggio ad un nuovo profilo tariffario per coloro che acquistano carte prepagate al di sotto di 50 euro non sia in linea con la volontà del legislatore".

Il Ministero rimarca poi gli aspetti positivi dell’iniziativa legislativa: "sta crescendo la concorrenza rispetto ad una componente di prezzo fissa, iniqua e ingiustificata che fino a ieri era messa al riparo dalla concorrenza a danno dei consumatori e, sul piano della trasparenza, si cominciano a vedere gli effetti della norma e della delibera attuativa dell’Agcom che consente al consumatore una lettura semplice e comparabile, con indicatori sintetici e omogenei, dei costi del servizio offerto dalle varie società di telefonia mobile".

Comments are closed.