TLC. Costo sms, Adoc: bene Agcom ma riduca a meno di 10 centesimi

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni intende porre un tetto al prezzo degli sms che oggi in media costano 15 centesimi. Soddisfatta l’Adoc, che sottolinea come l’invio di sms sia una tecnologia a costo zero per gli operatori e dunque chiede uno sforzo per abbassare il tetto da 12-13 centesimi a meno di 10 centesimi.

Gli sms, ricorda il presidente Adoc Carlo Pileri, sono fra i più cari in Europa: "Nel mercato italiano già oggi l’utente può spendere fino al 60% in meno della media di 15 centesimi, attivando offerte a forfait proposte dagli operatori – ricorda Pileri – E’ paradossale, quindi, che chi non ha promozioni attive debba pagare anche oltre 15 centesimi per l’invio di un messaggio di testo. Soprattutto in considerazione del fatto che per l’operatore l’sms è una tecnologia a costo zero. Per questo consideriamo irricevibili le lamentele espresse dalle compagnie, che affermano come il diminuire di un costo per un servizio produce necessariamente l’aumento dei costi di un altro servizio". Per l’associazione "la speculazione risiede nel costo elevato per l’invio di sms tra diversi operatori" in quanto la maggior parte delle offerte a forfait sono valide fra utenti dello stesso operatore.

Comments are closed.