TLC. Costo sms, Agcom agli operatori: rischio discriminazione in Italia rispetto ai prezzi esteri

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni torna sul costo degli sms sottolineando come il regolamento comunitario sul roaming rischi di porre il cittadino italiano in una situazione di "discriminazione inversa", con un costo degli sms minore all’estero (13,2 centesimi) rispetto che in Italia (15 centesimi). L’occasione per ritornare sulla questione – informano le agenzie di stampa – è stata l’audizione del presidente di Asstel (l’associazione che raccoglie gli operatori di settore) Stefano Parisi. L’associazione si è detta contraria a interventi di autorità sui prezzi al dettaglio nella telefonia mobile. L’Agcom, dal suo canto, ha sottolineato l’importanza che l’associazione collabori con l’Autorità. Una decisione è attesa nel prossimo consiglio dell’Agcom.

Comments are closed.