TLC. Dahlia Tv, proposto concordato preventivo. Adoc partecipa all’assemblea del 22 giugno

L’Adoc raccoglie le richieste degli utenti che hanno subito danni dalla chiusura anticipata di Dahlia Tv e si presenta di fronte all’azienda per chiedere i rimborsi. Sono oltre 20.000 gli abbonati a Dahlia Tv che si sono rivolti all’Associazione per richiedere il risarcimento dei danni subiti dalla chiusura dell’emittente digitale nello scorso febbraio e il rimborso del credito residuo.

Dahlia Tv ha proposto un concordato preventivo, ammesso dal Tribunale di Roma, con cui si prevede il pagamento dei titolari di smart card nella misura del 16% del credito residuo. La proposta verrà sottoposta all’approvazione dei creditori, che sono stati convocati davanti al Tribunale di Roma il 22 giugno prossimo alle ore 11. La società prevede di pagare i clienti tra circa un anno.

L’Adoc si presenterà a nome delle migliaia di utenti danneggiati ed ha messo a disposizione sul proprio sito un modello di delega da inviare, in copia originale, all’Associazione a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o anche via fax allo 06.86329611 o via posta elettronica all’indirizzo info@adoc.org, entro e non oltre il 15 giugno prossimo. L’Adoc invita gli utenti a comunicare l’importo esatto del credito vantato e la sua fonte, allegando i relativi documenti giustificativi. Sul sito di Dahlia Tv è possibile calcolare il proprio credito sulla base della proposta concordataria.

Chi intendesse esprimere il proprio voto, favorevole o contrario, oltre che in sede di adunanza dei creditori (personalmente o tramite l’Adoc), può farlo anche per telegramma, per lettera o per fax da inviare a: "Tribunale civile di Roma, sezione fallimentare – procedura concordato preventivo Dahlia TV spa in liquidazione, C.P. n. 10/11 – Via delle Milizie n. 3/E – 00192 Roma". Le dichiarazioni di voto devono pervenire al tribunale entro i 20 giorni successivi alla data di chiusura del verbale dell’adunanza. Per maggiori informazioni è possibile leggere e scaricare la documentazione sul sito di Dahlia TV.

Se viene approvato il piano proposto verrà valutata la massa attiva e in seguito si procede alla liquidazione in ordine di importanza dei creditori. Se il piano non viene approvato, il Commissario giudiziale ne presenterà un altro e ci sarà una nuova votazione. L’Adoc provvederà a comunicare tempestivamente ai creditori ogni passo della procedura, pertanto è opportuno consultare periodicamente il sito dell’Associazione.

Comments are closed.