TLC. Digitale, Adiconsum e TV locali: rispettare ordinamento canali sul telecomando

Riprodurre nel primo blocco di numeri (1-99) della piattaforma digitale l’ordinamento già presente in analogico, riproducendo la posizione sul telecomando dei vari canali ricevuti in tecnica analogica, con i canali nazionali nei primi numeri e nei successivi i canali delle tv locali; e a partire dalla posizione 100, introdurre la numerazione a tre cifre per tutti gli altri canali. È la proposta presentata da Adiconsum e dal Comitato Radio TV Locali (CRTL) all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sulla questione dell’ordinamento automatico dei programmi (Logical Channel Number – LCN) nella piattaforma televisiva digitale-terrestre, attualmente in discussione presso l’Autorità che ha aperto un’apposita istruttoria.

Il documento, si legge in una nota, suggerisce al Garante una proposta di ordinamento a salvaguardia dell’utenza che attualmente non è in grado di ricercare o di ritrovare facilmente i programmi e le emittenti locali da un ingiusto confinamento a posizioni remote sul telecomando rispetto ai nuovi canali nazionali. Per Adiconsum, invece, l’ordinamento automatico dei canali deve essere al servizio dei consumatori e favorire l’accesso alla tv digitale.

Il documento inviato all’Agcom prevede inoltre di introdurre la tematicità, valorizzare i nuovi canali trasmessi solo in digitale e garantire l’uniformità dei criteri di ordinamento, compatibilmente alle singole caratteristiche tecniche, a tutte le piattaforme trasmissive, in modo che l’utente possa facilmente ritrovare i canali perché ordinati con lo stesso numero.

Comments are closed.