TLC. Digitale terrestre, comunità montane chiedono garanzia su copertura

Ultimi giorni per il passaggio al digitale terrestre nel Nord Italia. Il passaggio integrale al digitale è previsto infatti fra il 25 ottobre e il 26 novembre per Lombardia, Piemonte Orientale, Parma e Piacenza; fra il 27 novembre e il 15 dicembre per Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, mentre in Liguria bisognerà aspettare il primo semestre 2011. In vista di questo passaggio, si mobilita l’Uncem (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) che chiede garanzie per la copertura delle aree montane. Commenta infatti la sigla: "Nell’arco dei prossimi mesi verrà completato il trasferimento dalla tv analogica alla tecnologia digitale anche nelle aree del Piemonte orientale, in Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’Uncem è impegnata a sostenere e promuovere le soluzioni più adeguate a superare il gap digitale, come la tv satellitare gratuita, e chiede al Governo di non sottrarsi alla necessità di garantire pari opportunità di trattamento anche ai residenti delle aree montane, intervenendo se necessario con opportuni incentivi economici".

"Non vorremmo che anche nelle regioni dell’arco alpino interessate a breve dallo spegnimento della tv analogica – ha detto il presidente dell’Uncem Enrico Borghi – si verificassero gli stessi disagi che hanno interessato le aree montane nei mesi precedenti. L’Uncem sta lavorando già da tempo per assicurare la fruizione di un servizio essenziale quale quello televisivo in aree da sempre afflitte dal divario digitale, ma il Governo dal canto suo deve assicurare soluzioni compensative adeguate, se necessario intervenendo con incentivi mirati o soluzioni alternative come per esempio la tv satellitare gratuita".

Comments are closed.