TLC. I-phone, Antitrust avvia pre-istruttoria

L’Antitrust ha deciso di avviare una pre-istruttoria per verificare se sussiste un abuso di posizione dominante da parte dei due unici operatori che attualmente commercializzano l’I-Phone, Tim e Vodafone. Lo dichiara il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che proprio oggi ha ricevuto comunicazione dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato dell’attribuzione alla Direzione Comunicazioni della pratica.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) aveva inviato un esposto, affinché l’Antitrust verificasse eventuali comportamenti lesivi della concorrenza (eventuale cartello) da parte di Tim e Vodafone o, comunque, condotte penalizzanti e discriminatorie degli utenti. L’associazione, infatti, aveva ricevuto alcune segnalazioni da parte di utenti degli altri gestori che lamentavano il fatto di non poter acquistare dal proprio operatore il cellulare.

"Ci fa piacere – sostiene il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) – sapere che a partire da settembre anche Tre commercializzerà l’I-phone: auspichiamo che questa possibilità sia allargata anche ad altri gestori e che calino di conseguenza anche i prezzi del cellulare".

Il prezzo attualmente pubblicizzato da entrambi gli operatori, Tim e Vodafone, è lo stesso, ossia pari a € 499 per il modello iPhone 3G 8GB e € 569 iPhone 3G 16GB se il prodotto viene venduto in abbinamento a un piano ricaricabile. Se abbinato al piano in abbonamento il prodotto sembra avere un prezzo di mercato compreso tra € 0 e € 199.

"Sulla base di alcuni riscontri effettuati attraverso i siti istituzionali degli operatori esteri che commercializzeranno il nuovo iPhone 3G – conclude MDC – i prezzi al pubblico appaiono essere in alcuni casi di gran lunga inferiori a quelli ipotizzati per il mercato italiano, che è l’unico nel quale la Apple ha concesso l’esclusiva contemporaneamente a due operatori che, tra l’altro, hanno più dell’80% della quota del mercato".

Comments are closed.