TLC. “In Italia ancora troppo alte le tariffe di terminazione mobile”. Lo dice la Commissione Ue

In Italia le telefonate ad un operatore mobile diverso dal proprio sono ancora troppo care. Questa critica arriva oggi dalla Commissione Ue ed è rivolta all’Agcom, l’Autorità italiana per le garanzie nelle telecomunicazioni. Non sono sufficienti, fa sapere la Commissaria Ue alle telecomunicazioni Viviane Reding le riduzioni delle tariffe di terminazione mobile decise dall’Agcom, che porteranno entro il 2011 ad un taglio di circa il 35% per i principali operatori di telefonia mobile. Secondo l’Ue le tariffe saranno ancora troppo elevate, soprattutto a fronte di un elevato tasso di penetrazione del mercato della telefonia mobile che c’è in Italia. Ciò significa che il settore "non ha bisogno di sostegni particolari per cui le tariffe devono essere in linea con i costi".

 

Comments are closed.