TLC. L’Europa aiuta anziani e disabili nell’uso delle tecnologie di casa

Dall’Europa arriva un progetto di ricerca che aiuta le persone anziane e i disabili a controllare più agevolmente i vari congegni e servizi elettronici presenti in casa grazie all’uso del telefono cellulare o di altri dispositivi. Un gruppo di ricercatori operanti nella Repubblica ceca, in Germania, in Portogallo, in Spagna e in Svezia hanno elaborato un’interfaccia URC (Universal Remote Console – console remota universale) che può trovarsi in un telecomando universale, in un telefono cellulare, in un computer o in altri dispositivi, e può essere utilizzata ad esempio per accendere e programmare la lavatrice, l’impianto di illuminazione, di riscaldamento e di climatizzazione, il televisore, il lettore/registratore DVD e altri elettrodomestici. Questa tecnologia può trovare applicazione anche fuori dalle mura domestiche.

L’obiettivo principale è quello di facilitare l’uso delle nuove tecnologie da parte dei consumatori meno esperti affinché non siano esclusi dalla partecipazione alla società digitale ed ai benefici che essa può offrire. Questo è anche uno dei principali scopi dell’agenda digitale europea, adottata dalla Commissione europea nel maggio 2010.

Comments are closed.