TLC. Nuovo attacco hacker contro Sony Online Entertainment: a rischio quasi 25 mln di utenti

Sony sotto attacco. Dopo il furto dei dati personali nei confronti dei servizi Playstation Network e Qriocity, Sony ha annunciato che ieri si è verificata una nuova intrusione, questa volta al Sony Online Entertainment (SOE), il sistema per giocare online tramite il pc: circa 25 milioni di utenti sarebbero coinvolti, dei quali 10 milioni di europei. Gli ingegneri hanno scoperto infatti che gli hacker potrebbero aver rubato i dati di 24,6 milioni di account SOE assieme ad alcune informazioni di un vecchio database del 2007. In gioco ci sarebbero di nuovo dati personali, nomi, indirizzi, numeri di telefoni e file di pagamento di clienti in Europa nonché numeri di carte di pagamento.

Secondo una stima Adoc, in Italia sono a rischio circa 200 mila utenti iscritti al servizio. L’associazione chiede dunque all’azienda di provvedere al risarcimento dei danni per il furto dei dati attivando in Italia una procedura di conciliazione. Spiega il presidente Adoc Carlo Pileri: "Siamo preoccupati per la sicurezza dei dati sensibili online, gli attacchi hacker ai server di Sony rappresentano una nuova forma di terrorismo. Ora l’azienda deve provvedere all’immediato risarcimento dei danni subiti dagli utenti del servizio Sony Online Entertainment, i cui dati sensibili compresi quelli delle carte di credito sono stati rubati, come ammesso dall’azienda stessa. Nonostante le comunicazioni di Sony non indichino l’Italia come uno dei Paesi in cui si è verificato il furto dei dati, stimiamo che siano a rischio circa 200mila utenti italiani".

"Per questo – prosegue Pileri – abbiamo richiesto a Sony un incontro per attivare una procedura di conciliazione con cui risarcire gli utenti dei servizi online, sia Sony Online Entertainment che Playstation Network, che hanno subito un danno dalla violazione e dal furto dei dati personali. Abbiamo ricevuto migliaia di richieste e di segnalazioni da parte degli utenti italiani, che lamentano il furto dei propri dati personali, dall’email alla password dell’account fino ai dati della propria carta di credito, chi ha subito un danno dal furto dei dati personali ha il pieno diritto di essere risarcito".

Comments are closed.