TLC. Offerta “Home Zone” di Vodafone, le obiezioni di Telecom

Vodafone e Telecom Italia in conflitto per l’offerta commerciale "Home Zone". L’operatore mobile aveva denunciato l’azienda di telefonia fissa per concorrenza sleale. Secondo Vodafone, Telecom avrebbe posto degli ostacoli alla sua richiesta di poter utilizzare la rete per l’offerta che consente di utilizzare il numero fisso anche sul cellulare.

Ma secondo Telecom i nuovi servizi del gestore mobile, "Home Zone" e "in Office", presentano diversi aspetti di scarsa trasparenza circa le condizioni di utilizzazione. In linea generale rileva Telecom "tali servizi vengono presentati alla clientela a tutti gli effetti come servizi di telefonia fissa pur non essendolo affatto nella sostanza per i seguenti motivi:

  • non esiste infatti alcun collegamento fisico – come il doppino telefonico – dedicato esclusivamente alla fornitura del servizio;
  • il servizio viene fornito invece utilizzando le frequenze radio della rete mobile che non essendo assegnabile in una logica dedicata ad uso esclusivo di ciascun cliente comporta un abbassamento dei livelli di qualità e disponibilità del servizio stesso".

Nella sostanza – secondo il gestore di rete fissa – al cliente vengono proposti servizi pubblicizzati come servizi anche di rete fissa per il solo fatto di poter portare il proprio numero fisso associato al terminale mobile che utilizza la rete Vodafone. In realtà il cliente continua invece a fruire di un servizio tipicamente mobile anche sotto il profilo delle condizioni economiche.

"Il cliente dovrebbe quindi essere correttamente informato – per Telecom – che aderendo al servizio in questione verrebbe a perdere tutta una serie di prestazioni/tutele di cui poteva fruire tramite il servizio telefonico su rete fissa, ed in particolare:

  • possibilità di effettuare chiamate dal proprio numero fisso;
  • possibilità di accedere in maniera ininterrotta ai servizi d’emergenza;
  • possibilità di essere localizzato in caso di chiamate d’emergenza;
  • possibilità di utilizzare il numero fisso per servizi dati e fax".

Inoltre – secondo Telecom – altri elementi dell’offerta Vodafone non sono chiari, ovvero:

  • "effettiva estensione dell’area domestica (home zone) che può avere dimensioni di diversi Km: una specifica clausola del contratto che Vodafone propone al cliente prevede il divieto per quest’ultimo di utilizzare il servizio al di fuori del distretto, ma nulla viene detto di come il gestore di telefonia mobile possa rendere chiaro al cliente quando si trovi all’interno del distretto oppure no.
  • non sono note le modalità mediante le quali il cliente può usufruire del servizio di portabilità del numero in caso di cessazione del rapporto contrattuale con Vodafone;
  • i diversi standard di qualità garantiti al cliente del servizio fisso Vodafone;
  • problemi di privacy: vanno approfondite le relative tematiche connesse all’utilizzo del servizio fisso tipicamente ads uso familiare rispetto alla portabilità del numero fisso sul mobile e viceversa".

Anche Adusbef ha presentato denuncia all’Antitrust, che ha aperto un’ istruttoria per verificare i profili di ingannevolezza dello spot Vodafone "Missione casa".

 

 

Comments are closed.