TLC. Oltre 4 miliardi di persone hanno un cellulare. In Europa più telefonini di abitanti. Dati Onu

Oltre la metà dei cittadini, in tutto il mondo, con esattezza 4 miliardi e 100 milioni di persone, possiede un cellulare. Nel 2008 si è raggiunto il valore del 61%, con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente. Tra i Paesi in cui si è registrata la crescita maggiore ci sono l’Africa, che è passata dal 4% di possessori di telefonini nel 2002 al 30% nel 2008, e l’Asia, dal 12% a quasi il 40% attuale.

In Italia e Gran Bretagna, invece, ci sono più cellulari che abitanti. Dal 2002 al 2007 il numero di cellulari nel mondo è passato dal 19% al 50%. La crescita più forte c’è stata in Europa, dove si è passati dal 51% al 111%, dunque più telefonini che abitanti. Nelle Americhe si è passati dal 30% al 72%; in Australia e Oceania, dal 49% al 79%.

Sono alcuni dati del Rapporto di un’agenzia dell’Onu, la International Telecommunications Union, sulla diffusione delle telecomunicazioni nel mondo. Lo studio, diffuso ieri, mette in luce la lentezza dei progressi delle telecomunicazioni nei paesi in via di sviluppo; per molte tecnologie, dunque, il divario tra mondo ricco e mondo povero è ancora enorme.

Infatti a parte la formidabile diffusione dei telefonini in Africa e in Asia, dove gran parte della popolazione ha abbandonato la linea fissa per quella mobile, assai più lenta risulta la penetrazione di Internet. Il Rapporto dell’Onu stima che oggi un quarto della popolazione mondiale utilizza internet; tra il 2002 e il 2008, il numero degli internauti è più che raddoppiato, passando dall’11 al 23%. In Africa, meno del 5% della popolazione ha navigato abitualmente nel 2007; in Asia la percentuale è stata del 15%; mentre in Europa è del 43% e negli Stati Uniti del 44%.

Più le tecnologie sono avanzate e più si accentuano le differenze. Ha accesso alla banda larga solo il 5% della popolazione mondiale; ma se guardiamo solo l’Occidente il dato sale al 20%. Secondo il rapporto alla fine del 2008 gli abbonati ad Internet a banda larga sono stati, in tutto il mondo, 335 milioni. In testa alla classifica dei paesi più sviluppati dal punto di vista delle tecnologie della comunicazione (cellulari e internet soprattutto) ci sono nell’ordine Svezia, Corea del Sud e Danimarca.

Comunque il progresso delle telecomunicazioni procede speditamente nel mondo intero. Ogni anno vengono erette 100mila nuove antenne per la ricezione dei cellulari. Nel 2007 China Telecom ha installato un’antenna sul monte Everest e luoghi che fino a poco tempo fa erano irraggiungibili, come il Tibet, il deserto del Sahara e la Corea del Nord, oggi hanno la copertura per i cellulari. Oltre il 90% della popolazione globale, attualmente, può avere accesso a un telefonino.

Comments are closed.