TLC. Portabilità del numero telefonico, delibera AGCOM velocizzerà attivazione

Portabilità del numero telefonico: per gli operatori di telefonia mobile arrivano nuove regole che dovranno garantire un cambiamento di numero più veloce per i clienti. Aumenterà infatti il tetto delle richieste che gli operatori telefonici saranno tenuti a evadere: da 9 mila a 12 mila per Telecom Italia e Vodafone, mentre Wind e H3G dovranno comunicare il numero medio di richieste ricevute entro il 10 di ciascun mese per poi eventualmente procedere all’aumento della capacità di evasione. È quanto prevede una delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, pubblicata sul sito internet il 28 dicembre, che per entrare in vigore dovrà essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

L’Autorità scrive nella delibera che "l’attuale capacità giornaliera di evasione degli ordini di portabilità, pari a 9.000, ha evidenziato, anche in precedenza, la possibilità di creare arretrati di lavorazione, con conseguenze negative sulla qualità del servizio reso agli utenti, in particolare nel caso che l’operatore donating sia Telecom Italia S.p.A. o Vodafone Omnitel NV, vale a dire gli operatori che dispongono del numero di utenti più rilevante, mentre la medesima capacità di evasione ha mostrato di essere al momento adeguata a soddisfare le richieste di portabilità degli utenti nel caso che l’operatore donating sia H3G S.p.A. o Wind Telecomunicazioni S.p.A, i quali ricevono giornalmente un numero di richieste di portabilità significativamente inferiori – dell’ordine della metà- della capacità che sono tenuti a mettere a disposizione". Inoltre, argomenta l’Autorità, "l’inadeguatezza delle capacità di evasione degli ordini di portabilità rispetto alle esigenze del mercato comporta un danno concreto ed attuale per i consumatori che vedono allungarsi i tempi occorrenti per l’attivazione della prestazione richiesta". La misura prevista è quella di aumentare la capacità di evasione degli ordini di portabilità di Telecom Italia e Vodafone da 9.000 a 12.000, pari a un aumento del 33%.

"Nel termine di trenta giorni dalla notifica del presente provvedimento, gli operatori mobili Telecom Italia S.p.A e Vodafone Omnitel NV assicurano una capacità giornaliera di evasione degli ordini, in qualità di donating, pari ad almeno 12.000 unità – delibera dunque l’Autorità – Tale capacità è da intendersi in termini di potenzialità minima da assicurare, in modo paritario, nei confronti delle richieste provenienti dagli operatori recipient. Sono mantenuti attivi i meccanismi procedurali già previsti dalle modalità operative attualmente in uso, che consentono, per le prese in carico, l’utilizzo da parte degli operatori donating della capacità di evasione giornaliera non impiegata dagli altri operatori recipient, prevedendo che tali risorse siano suddivise tra gli operatori mobili aventi ulteriori richieste, fino alla messa a disposizione dell’intera capacità di evasione giornaliera". Per gli operatori mobili H3G S.p.A e Wind è prevista la comunicazione all’Autorità, entro il 10 di ciascun mese, del numero medio giornaliero di richieste di portabilità ricevute nel mese precedente: "Nel caso in cui tale numero medio giornaliero superi il valore di 8.000, entro il giorno 10 del mese successivo alla relativa comunicazione all’Autorità l’operatore mobile donating interessato è tenuto ad incrementare la propria capacità giornaliera di evasione degli ordini di portabilità a 12.000, informandone gli altri operatori mobili e l’Autorità".

LINK: La delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Comments are closed.