TLC. Pratiche scorrette su Adsl, Antitrust sanziona Fastweb per 60 mila euro

L’Antitrust sanziona Fastweb per pratica commerciale scorretta relativa alla promozione delle offerte di velocità di navigazione dichiarata sul proprio sito web con riferimento al collegamento internet in modalità Adsl: "La condotta oggetto di valutazione nel presente provvedimento – afferma l’Autorità nell’odierno bollettino – consiste nell’aver indotto i consumatori a ritenere di poter navigare in internet ad una velocità particolarmente elevata, superiore a quella che molti utenti poi riescono effettivamente a perseguire, con carattere continuativo". Da qui la sanzione di 60 mila euro.

La pratica contestata è quella di aver indotto i consumatori a ritenere di poter navigare in Internet a una velocità molto elevata e superiore a quella che in effetti molti utenti riuscivano a ottenere. La contestazione riguarda dunque il fatto che Fastweb non ha informato correttamente i clienti "circa le effettive caratteristiche dei servizi di collegamento ad internet, offerti mediante la tecnologia Adsl e in fibra ottica, con particolare riguardo alla velocità minima garantita per le diverse offerte, alla velocità standard di navigazione in condizioni normali e alle condizioni alle quali viene raggiunta la velocità massima". La carenza nella comunicazione commerciale dell’azienda, precisa l’Antitrust, deriva dunque dal fatto che "al consumatore nella fase promozionale non viene fornita un’indicazione attendibile circa la velocità e la qualità del servizio".

Comments are closed.