TLC. Ricariche cellulari, tre le proposte dell’Autorità: parte la consultazione pubblica

L’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni ha definito tre ipotesi di intervento sulle ricariche telefoniche nel documento sottoposto a consultazione di operatori e consumatori, pubblicato oggi sul sito ufficiale www.agcom.it. Di seguito, riportiamo brevemente le tre alternative proposte:

  • Eliminazione dell’attuale struttura tariffaria a due parti per tutte le offerte e sostituzione con "una struttura tariffaria unitaria dove il valore facciale della ricarica corrisponda integralmente al valore di traffico telefonico acquistato".
  • Rimodulazione "dell’entità dei contributi di ricarica correnti, eliminandone il carattere regressivo attraverso l’introduzione di criteri di proporzionalità rispetto all’entità del controvalore dei servizi acquistati". Con questa ipotesi si garantirebbe così una maggiore aderenza ai costi effettivamente sostenuti dagli operatori.
  • Coestistenza temporanea (non meno di 12 mesi) sul mercato delle due prime soluzioni.

Alla "Consultazione pubblica sui possibili interventi regolamentari relativi ai contributi di ricarica dei servizi di telefonia mobile con ricarica del credito" sono chiamate tutte le parti interessate a far pervenire le proprie osservazioni in merito dalle aziende alle associazioni dei consumatori: il termine è di 30 giorni a partire dalla data di pubblicazione del provvedimento.

Comments are closed.