TLC. Roaming, con l’eurotariffa risparmiare si può

Questa estate i consumatori dell’Unione europea grazie all’introduzione dell’eurotariffa hanno risparmiato sulle chiamate in roaming fino al 60%. Lo rileva uno studio effettuato dalle 27 le autorità nazionali di regolamentazione delle telecomunicazioni – riunite nel gruppo dei regolatori europei (ERG – European Regulators’ Group) – in cooperazione con la Commissione europea.

Se nelle prime settimane dopo il 30 luglio oltre tre milioni di utenti si sono mossi attivamente per aderire all’eurotariffa, molti milioni di più ne hanno beneficiato direttamente in quanto i loro operatori nel corso dell’estate hanno messo automaticamente a disposizione tale tariffa: in Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Portogallo alcuni operatori hanno applicato l’eurotariffa ai propri clienti gia dal 1° luglio, mentre in Polonia un operatore l’aveva già adottata il 22 giugno. Al 30 agosto l’eurotariffa era ampiamente diffusa e in quella fase ne beneficiavano circa 200 milioni di utenti. Su questa base si può tranquillamente stimare che oltre 400 milioni di cittadini della UE avranno beneficiato di un’eurotariffa entro la fine di settembre.

Secondo lo studio ERG, che si basa sui t risultati di un questionario inviato dalle autorità nazionali di regolamentazione delle telecomunicazioni ai fornitori di servizi di roaming internazionale all’interno della UE, tutti gli operatori di telefonia mobile hanno confermato di aver contattato gli utenti prima del termine previsto del 30 luglio per metterli al corrente della disponibilità dell’eurotariffa, anche se alcuni regolatori europei stanno verificando i reclami dei consumatori in merito alla scarsa trasparenza di alcune delle offerte.

La Commissione europea e l’ERG, chedurante la scorsa estate hanno seguito costantemente l’attuazione del regolamento, stanno passando ora a una nuova fase di monitoraggio dell’attuazione del regolamento UE sul roaming. Il regolamento prevede che, a decorrere dal 30 settembre, gli utenti ricevano informazioni sui prezzi ogni volta che attraversano uno dei confini interni della UE.

Comments are closed.