TLC. Roaming internazionale in diminuzione nell’Ue

Pubblicato oggi il primo rapporto comparativo sul roaming internazionale del Gruppo dei regolatori europei (ERG). Il rapporto conferma che il regolamento sul roaming internazionale, che è entrato in vigore il 30 giugno 2007, è stato messo in atto efficacemente con un alto grado di conformità in tutti gli Stati membri. Gli operatori mobili sono stati obbligati a offrire una Eurotariffa, con un prezzo di roaming al minuto non superiore a 49 centesimi per le chiamate fatte dall’estero e non superiore a 24 centesimi per le chiamate ricevute dall’estero. Nel 2008 e nel 2009 l’Eurotariffa sarà ridotta ulteriormente.

La Commissione europea ha espresso la sua soddisfazione per il lavoro e ha incoraggiato i regolatori nazionali a continuare a sorvegliare gli sviluppi cosicché tutti i consumatori possano beneficiare pienamente delle tariffe di roaming ridotte nel momento in cui facciano o ricevano chiamate dall’estero.

"Il controllo della messa in atto del regolamento sul roaming internazionale – ha dichiarato Viviane Reding, membro della Commissione responsabile delle telecomunicazioni – rivela un’importanza particolare: la Commissone presenterà il suo rapporto su questo tema al Parlamento europeo e al Consiglio alla fine dell’anno. Questo primo rapporto pubblicato oggi conferma la tendenza generale verso un abbassamento dei prezzi di roaming internazionale. Restano preoccupazioni sui prezzi degli SMS e dei servizi di trasmissione dei dati in roaming. Al più presto sorveglieremo gli sviluppi in questi settori e risponderemo appropriatamente alla fine del 2008".

Il rapporto ha esaminato i dati di 150 operatori mobili di tutti gli Stati membri e ovunque si è registrato un abbassamento dei prezzi, senza provocare un aumento delle chiamate in roaming non regolamentate.

a cura di Antonella Giordano

Per maggiori informazioni sulle tariffe ciccare qui

Comments are closed.