TLC. Servizi mobili via satellite, Commissione Ue presenta proposta

Nel futuro dell’Europa c’è lo sviluppo di servizi innovativi quali la televisione mobile, le trasmissioni dati in banda larga e le comunicazioni in caso di emergenza in tutta Europa, a partire dal 2009. Futuro che potrebbe divenire realtà se il Parlamento Ue e il Consiglio adotteranno la proposta di decisione oggi presentata dalla Commissione sui servizi mobili via satellite.

Secondo Viviane Reding, Commissaria europea per le telecomunicazioni "La nuova modalità di selezione dei servizi mobili via satellite proposta oggi dalla Commissione infonderà nelle imprese europee la fiducia necessaria per investire in nuovi servizi paneuropei per i cittadini. Essa contribuirà inoltre a colmare il divario digitale migliorando la copertura nelle aree remote dell’Unione europea."

In particolare, la proposta prevede che la selezione e l’autorizzazione dei servizi avvenga in base allo stesso formato in tutti i 27 Stati membri dell’Unione europea. Ciò ridurrà il grado di incertezza per gli operatori e accelererà la creazione di servizi paneuropei. La procedura per giungere a tale risultato, tuttavia, è ancora lunga e complessa. All’atto del riesame delle norme comunitarie in materia di telecomunicazioni previsto per il prossimo autunno la Commissione valuterà pertanto l’opportunità di introdurre ulteriori miglioramenti, tra i quali l’istituzione di un meccanismo generico che possa essere applicato in futuro a situazioni paneuropee analoghe.

Comments are closed.