TLC. Sms ingannevoli, Agcom chiede intervento della Polizia Postale

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, a seguito di numerose segnalazioni, ha chiesto "alla Polizia Postale di effettuare con urgenza le opportune indagini, sotto i diversi profili di possibile violazione di norme di carattere penale o amministrativo, sull’invio ai telefoni cellulari di messaggi Sms ingannevoli e pertanto suscettibili di carpire la buona fede degli utenti". Lo rende noto la stessa Agcom in un comunicato precisando che tali messaggi in particolare "riguardano l’invito a chiamare un numero (di norma con tariffazione a sovrapprezzo) per ricevere suonerie gratis o per ascoltare messaggi registrati sulla propria segreteria".

Comments are closed.