TLC. Sospesi i cambiamenti tariffari di Tim e Vodafone? Antitrust accoglie esposto di Altroconsumo

Tim e Vodafone saranno costrette a sospendere i cambiamenti tariffari annunciati nei giorni scorsi per tutta una serie di vecchi contratti? E’ possibile, dal momento che, come annuncia con un comunicato Altroconsumo, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha annunciato l’avvio di un procedimento, come richiesto formalmente dall’associazione con un esposto. L’Antitrust ha accolto i rilievi mossi da Altroconsumo, ravvisando estremi di pratiche commerciali ingannevoli e omissive. I cambiamenti contrattuali quindi potranno essere sospesi.

Nella comunicazione di avvio del procedimento, si legge che "esistono i presupposti perché l’autorità deliberi la sospensione provvisoria delle pratiche descritte" (cioè dei cambiamenti dei profili tariffari annunciati in agosto), perché le pratiche commerciali potrebbero "considerarsi ingannevoli e omissive".

Alla luce di quanto dichiarato dall’Autorità, Altroconsumo chiede a Time Vodafone di sospendere i cambi dei piani tariffari annunciati e invita gli utenti a rifiutare i cambiamenti proposti dai due operatori. Secondo l’associazione indipendente di consumatori i rincari previsti per profili medi di utenza in un anno vanno da 49 sino a 83 euro, con picchi d’aumento sulle singole telefonate di oltre il 100%. Per favorire i consumatori nelle scelte, confrontando i diversi piani tariffari, per le prossime due settimane l’associazione apre a tutti le linee telefoniche e il sito www.altroconsumo.it.

Si può accedere alla banca dati dopo essersi registrati. Via telefono, al numero 02 6961517, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17. L’iniziativa si colloca all’interno dalla campagna Boicotta il carovita, con dossier e consigli consultabili su www.altroconsumo.it/carovita.

Comments are closed.