TLC. Studio Comunicazione Perbene: italiani ossessionati dal telemarketing selvaggio

Il telemarketing telefonico ossessiona gli italiani. Da una ricerca condotta dall’associazione no profit Comunicazione Perbene, risulta che ben 8 italiani su 10 si dichiarano ossessionati dalle offerte commerciali telefoniche, cresciute negli ultimi anni in maniera selvaggia e scriteriata. Dai casi di offerte tariffarie, per opera di società telefoniche, energetiche e radiotelevisive, a prodotti di consumo tra i più disparati, come enciclopedie, vini e sedute di bellezza: ogni telefonata diventa una disputa tra l’operatore e la pazienza del cittadino.

I soggetti più a rischio? Le fasce più deboli: anziani (69%) e bambini (47%), assillati dalle chiamate a ogni ora del giorno. Oltre al nervosismo (21%), ad andare di mezzo rischia di essere l’inviolabilità della sfera privata (47%) come lamentano anche uffici e aziende.

Per questo Comunicazione Perbene lancia la campagna di sensibilizzazione "Stop alle telefonate" con protagonista un telefono rosso dalla cornetta "fumante" per dire "basta con questo diffuso malcostume che viola la sfera privata e inquina le orecchie dei cittadini". "Stiamo dando voce a milioni di italiani che sono costretti a dover subire incessanti chiamate telefoniche sul telefono di casa o sul cellulare, la cui invasione nella sfera privata è immediatamente comprensibile. Il nostro non è un attacco al telemarketing tout court ma a come è proposto ai cittadini – dichiara Saro Trovato, Presidente di Comunicazione Perbene – Bisogna avere tutti maggiore responsabilità perché ai due poli del telefono molte volte ci sono operatori obbligati a raggiungere risultati di vendita e dall’altra parte categorie a rischio, come gli anziani, che si ritrovano a dover costantemente discutere per evitare di essere violati nella loro sfera privata e molte volte vittime di offerte delle quali non ne conoscono realmente gli effetti e le conseguenze".

Comments are closed.