TLC. TV digitale, Veneto contro Agcom per frequenze televisioni locali

Il Veneto si schiera contro l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sulla ripartizione delle frequenze delle tv locali. La Giunta regionale "si costituirà in giudizio nel ricorso proposto da tre emittenti televisive locali contro il provvedimento con cui l’Autorità Garante nelle Comunicazioni ha approvato il piano di riparto delle frequenze per la diffusione del segnale televisivo sul digitale terrestre".

Ad annunciare la decisione è stato ieri il vicepresidente della Giunta, Marino Zorzato. La Giunta del Veneto sottolinea che la legge nazionale prevede che almeno un terzo delle 40 frequenze assegnate in sede internazionale all’Italia sia dedicato all’emittenza televisiva locale. Ma, prosegue la nota della regione, "il piano di riparto approvato lo scorso 15 giugno 2010, dall’Autorità denominato Piano nazionale frequenze (PNAF) penalizza invece le emittenti venete e friulane perché, delle 13 frequenze assegnate alle televisioni locali, quelle riservate al nostro settore di Nordest coincidono con quelle che in sede internazionale sono state assegnate alla Slovenia e alla Croazia".

Comments are closed.