TLC. Telecom, Authority istituisce task force su scorporo rete. MC: “Necessario il controllo”

Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduto da Corrado Calabrò, ha approvato oggi una delibera che istituisce una Task Force Tecnica di coordinamento per l’evoluzione regolamentare atta a garantire la parità di trattamento nell’accesso alle reti di telecomunicazioni. La Task Force avrà il compito di avviare e coordinare -nell’ambito delle competenze dell’Autorità- il confronto con Telecom Italia, al fine di delineare in tempi brevi le fasi di un nuovo processo di apertura della rete e gli strumenti tecnico-giuridici diretti ad assicurarne l’effettiva operatività. Su tali tematiche – si legge dalla nota – l’Autorità avvierà consultazioni con gli altri operatori e con i consumatori. La Task Force riferirà settimanalmente al Consiglio dell’Autorità sullo svolgimento dei lavori.

"Accogliamo positivamente la notizia che l’Autorità per le telecomunicazioni ha istituito una task force tecnica di coordinamento per l’ evoluzione regolamentare atta a garantire la parità di trattamento nell’ accesso alle reti di telecomunicazioni – commenta Roberto Barbieri del Movimento Consumatori – Come associazione a tutela dei consumatori sentivamo la necessità di un controllo diretto delle autorità in un momento così delicato della questione Telecom e siamo sicuri che la struttura preposta rappresenti una garanzia per i cittadini".

"Riteniamo che il tema dello scorporo della rete sia per i consumatori la vera questione centrale delle vicende che in queste settimane hanno coinvolto Telecom – continua Barbieri – che uno degli attori del mercato, e cioè Telecom, sia proprietario delle infrastrutture e degli impianti della rete telefonica fissa, e ne fornisca l’uso ai propri concorrenti, è di per sé un fatto in grado di generare distorsioni nelle corrette dinamiche della concorrenza. Altrettanto positivo è che l’AGCOM abbia deciso di vigilare sulle operazioni in corso, al fine di assicurarne la trasparenza e la correttezza in termini di garanzia per il sistema concorrenziale e a beneficio degli utenti".

Comments are closed.