TLC. Tifosi Brescia Calcio scrivono a Sky e Mediaset: “Pay per View svuota stadi”

Le tradizioni del calcio si sono svilite e gli stadi sono sempre più vuoti. Le ragioni sono molte ma molti cambiamenti sono legate alle dinamiche, e ai soldi, introdotti dalle Pay per View. E i tifosi del Brescia Calcio, società sportiva che milita in serie A, hanno deciso di scrivere una lettera aperta "a Sky, a Mediaset Premium, a tutte le televisioni a pagamento e a tutti gli sponsor interessati al mondo del calcio" per chiedere in sostanza un cambiamento.

La lettera argomenta che "il gioco più bello del mondo" ha sì ricevuto tanti soldi, ma si è anche snaturato a causa dell’impatto delle televisioni a pagamento. Scrivono i supporter: "A fare le spese di questa situazione alienante, per prime sono state le società più piccole e le categorie più basse (la serie B è ormai un’allucinazione, soprattutto se comparata alla stessa categoria inglese o tedesca), sebbene le stesse "grandi" – in serie A – non abbiano ormai più molto da sbandierare, almeno dal punto di vista delle presenze sugli spalti (nell’ultimo derby romano, quello per antonomasia, la partecipazione effettiva è rimasta ben al di sotto della metà della capienza dell’Olimpico)".

Denunciano la presenza di personaggi "privi di qualsivoglia etica sportiva". E continuano: "Fra campionati falsati, partite truccate, doping amministrativo, società fallite, calciatori fuggiti, tifosi disperati, i risultati sono ormai sotto gli occhi di tutti. Paradossalmente, la ricchezza promessa (che avrebbe dovuto portare sviluppi eclatanti nell’intero universo calcistico nazionale) ha semplicemente svilito il calcio, riducendolo a un mero gioco da tavolo, con gli interessi di pochi in evidenza e le passioni e le speranze dei molti tifosi ridotte ad un contorno superfluo".

Su tutto questo giocano cause diverse, argomentano i tifosi del Brescia Calcio, come il caro prezzi, la tessera del tifoso, gli stadi invivibili, l’orario impossibile di alcune partite come quelle giocate alle 12.30. E commentano: "Mentre da una parte calano gli spettatori, dall’altra aumentano – in modo proporzionale – gli abbonati Pay Per View. Certo, considerando l’investimento e la vostra natura imprenditoriale, un minimo di ritorno economico, una certa flessibilità nei giorni e negli orari, un particolare riguardo nei vostri confronti potrebbero apparire chiari e legittimi. Ma fino a che punto il sistema sosterrà questa logica speculativa? Fino a quando i pochi tifosi rimasti sopporteranno soprusi e scombussolamenti? Quanti dei vostri soldi saranno finalmente reinvestiti dalle società con l’intento di migliorare e far crescere lo spettacolo?".

Comments are closed.