TLC. Tim e Vodafone annunciano nuove tariffe. Altroconsumo denuncia rincari e invia esposto

Rincari e mancanza di trasparenza. Pratiche commerciali sleali e abuso di posizione dominante. Rincari che, su profili medi, si aggireranno dai 49 fino agli 83 euro all’anno. Questa la denuncia dell’associazione Altroconsumo a fronte dell’annuncio dei cambi tariffari fatto da Tim e Vodafone: l’associazione ha inviato un esposto all’Autorità per le telecomunicazioni e all’Antitrust e ha chiesto la sospensione delle nuove tariffe telefoniche annunciate per gli utenti Tim dal 9 settembre e Vodafone dal 1 ottobre. E consiglia ai consumatori: per il momento, mantenete il piano tariffario in possesso.

Per Altroconsumo è infatti "oscuro" il sistema con il quale è stato comunicato il cambio di tariffe. "Tim ha inviato un semplice sms a ciascun cliente. Il sito dichiara che è possibile cambiare piano gratuitamente ed esercitare il diritto di recesso, ma vige il silenzio sull’eventualità di ottenere il risarcimento integrale del credito residuo, e su cosa succeda in caso di portabilità del numero ad altro operatore". Vodafone si segnala invece per "scarsa trasparenza": "è impossibile ricostruire in dettaglio come cambiano tutti i piani tariffari, nemmeno via internet. Le informazioni sono disponibili solo per i clienti che hanno il tipo di tariffa soggetta a modifiche. Altroconsumo denuncia il fatto che lo scatto alla risposta sia aumentato in tutti i casi a 16 centesimi, uno dei costi più alti in tutto il panorama tariffario italiano".

Per saperne di più, l’associazione mette a disposizione linee telefoniche e sito web. Si può accedere alla banca dati dopo essersi registrati. Via telefono, al numero 02 6961517, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.

LINK: Le tabelle dei rincari secondo Altroconsumo

Comments are closed.