TLC. Tre compagnie aeree europee permettono l’uso del cellulare in volo

Tre compagnie aeree europee, l’irlandese Ryanair, la portoghese TAP e l’inglese Bmi, hanno attrezzato 27 aerei su cui si potrà usare il telefonino anche durante il volo. Entro la fine di quest’anno il numero degli aerei su cui ci sarà questa possibilità dovrebbe raddoppiare e nel frattempo anche altre compagnie aeree hanno avviato test tecnici per mettere a punto le condizioni necessarie per l’uso del cellulare in volo.

Il costo attuale di questo servizio, detto airline roaming, risulta essere di circa 1,60 euro al minuto per una chiamata e circa 43 centesimi per un sms, a seconda dell’operatore di telefonia mobile utilizzato a terra dal passeggero. La Commissione Ue tiene tuttavia sotto stretto controllo i prezzi praticati ai consumatori e la loro trasparenza.

Ad aprile del 2008 la Commissione ha introdotto regole intese proprio ad armonizzare le condizioni per la prestazione di servizi di telefonia mobile a bordo di aerei in tutta la Ue; un anno dopo, queste norme hanno consentito a due fornitori di servizi di comunicazione mobili a bordo di aeroplani, OnAir (Ginevra) e AeroMobile (Londra), di iniziare ad operare in Europa, associandosi con compagnie aeree interessate a mettere tali servizi a disposizione dei loro passeggeri.

La Commissione ha emanato anche provvedimenti normativi di sicurezza, volti a garantire che l’uso dei telefonini a bordo non causi interferenze con la strumentazione e i sistemi dell’aereo, che le attrezzature mobili non interferiscano con le reti di comunicazione mobile terrestri bensì si colleghino esclusivamente con la stazione base a bordo collegata a terra via satellite. Sono previsti inoltre standard comuni cosicché le stazioni base a bordo siano autorizzate ad operare mentre un aereo sorvola diversi Stati membri dell’Ue.

Diverse compagnie aeree extraeuropee (Qantas, Emirates, Malaysian Airlines, Royal Jordanian, Wataniya, Virgin Australia) stanno testando il servizio o già lo offrono, con circa 40 aerei già attrezzati. Altre compagnie aeree hanno annunciato intenzioni analoghe. La prevalenza mondiale dello standard GSM (utilizzato attualmente da quasi 3 miliardi di persone) rende il modello di business attraente in quanto i passeggeri possono utilizzare il proprio telefono cellulare normale.

"La possibilità di utilizzare il telefono cellulare durante il volo è sfruttata in particolare da chi viaggia per affari o dai passeggeri più giovani . ha spiegato Viviane Reding, Commissaria Ue alle Tlc -È altresì un modello di business allettante per le società europee. Per questa ragione un anno fa la Commissione ha stabilito regole di base comuni che consentono di offrire il servizio nei cieli europei in modo semplice e sicuro senza dover passare per 27 diverse procedure di autorizzazione nazionali".

Comments are closed.