TLC. Vodafone, perdita del credito dopo portabilità. MDC: “Violate disposizioni Agcom”

"La informiamo che il passaggio al nuovo Gestore di telefonia mobile comporta la perdita del traffico disponibile della sua carta ricaricabile". Ecco il messaggio, inviato da Vodafone ai propri utenti che decidono di passare ad altro operatore, nel mirino del Movimento Difesa del Cittadino cha ha già inviato un esposto all’Agcom segnalando il comportamento del gestore.

E’ una clamorosa violazione delle disposizioni dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e delle regole della concorrenza – commenta l’associazione – Il messaggio, chiaramente intimidatorio e finalizzato a ostacolare i passaggi da Vodafone ad altro gestore, viola quanto disposto dall’Agcom con varie delibere in materia di trattamento del credito residuo. In particolare, la delibera 19/01/CIR dispone all’articolo 4 che "i dati relativi ai clienti che richiedono l’attivazione della prestazione di MNP (Number Portability) sono trattati dall’operatore Donating con la massima riservatezza e utilizzati esclusivamente ai fini dell’attivazione della prestazione". Ciò significa che il gestore "cedente" deve limitarsi a espletare le attività di passaggio dell’utente ad altro gestore senza passare al proprio servizio commerciale l’informazione e i dati personali dell’utente stesso.

C’è inoltre da aggiungere – conclude il Movimento Difesa del Cittadino – che gli utenti interessati, protestando al 190, si sono sentiti suggerire di presentare domanda per richiedere la restituzione del credito residuo. Si ripropone quindi l’obbligo per l’utente di fare una raccomandata e di pagare 8 euro per questa operazione? Certamente l’utente viene messo in difficoltà e disincentivato al cambiamento di gestore, mentre Vodafone ne ricava un ingiustificato profitto a danno dell’utente.

Comments are closed.