TLC. Wind aumenta le tariffe, MC invita a cambiare operatore

Lo scatto alla risposta passa da 0,15 centesimi a 0,16 centesimi. Il costo al minuto da 0,10 centesimi a 0,12 centesimi. E il costo degli sms da 0,10 centesimi a 0,15 centesimi. Sono queste le differenze fra il piano tariffario "Wind 10" e il nuovo piano "Wind 12" rilevate dal Movimento Consumatori che negli ultimi giorni ha ricevuto centinaia di segnalazioni e di reclami da parte dei clienti Wind. La denuncia degli utenti? Dal primo maggio la compagnia intende cambiare il piano tariffario e passare a "Wind 12", che prevede costi più alti sugli sms, sugli scatti alla risposta e sul costo per minuto di conversazione. L’associazione teme quindi che si tratti di una scorciatoia per recuperare i costi di ricarica e costringere i clienti a cambiare piano tariffario senza che lo richiedano. Il Movimento Consumatori sta dunque raccogliendo tutte le segnalazioni ricevute, che saranno inviate come allegato a un esposto all’Autorità. E nel frattempo consiglia agli utenti di cambiare operatore.

"Dal punto di vista operativo, consigliamo a tutti coloro che non volessero subire l’automatica
sostituzione del piano tariffario "Wind 10" con "Wind 12" di cambiare operatore – ha commentato Alessandro Mostaccio, responsabile del settore telefonia del Movimento Consumatori – Si ricorda comunque che l’effettiva ‘portabilità’ del numero non avviene in 24 ore, ma richiede almeno un paio di settimane, i consumatori dovranno, quindi, aspettare e continuare ad utilizzare in entrata ancora Wind, mentre in uscita potranno utilizzare già un nuovo operatore con un nuovo numero. Insomma, un altro disagio che si sobbarcano gli utenti".

Comments are closed.