TRAFFICO. Firenze blocca multe degli ausiliari. Adoc: “Una svolta”

Niente più multe per divieto di sosta da parte degli ausiliari del traffico: è quanto prevede un’ordinanza del sindaco di Firenze Matteo Renzi. "Non accetto l’idea di fare il bilancio comunale con le multe, le contravvenzioni servono per sanzionare comportamenti scorretti non per riempire le casse", è la posizione del sindaco di Firenze. La decisione che non sarà più possibile per gli ausiliari del traffico elevare multe nei confronti degli automobilisti trova l’apprezzamento dell’Adoc. "La decisione assunta dal neo sindaco Renzi è una svolta, anche rispetto alla politica della precedente Giunta, basata sulla repressione e sulle multe – dichiara Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – gli italiani sono stanchi dei soprusi degli Enti locali, che mirano più a far cassa con sanzioni ingiuste che a rendere le città vivibili".

"Crediamo – prosegue Pileri – che i vigili urbani possano svolgere egregiamente il loro ruolo di controllori della legalità su strada e che siano in grado di operare più correttamente degli ausiliari, che vivono sulle percentuali incassate sulle multe inflitte". Per l’associazione i Comuni dovrebbero dunque seguire questa strada e lavorare a campagne di educazione automobilistica evitando il fenomeno delle "multe facili".

Comments are closed.