TRAFFICO. Grattini più cari a Lecce, la reazione dei consumatori

Grattini più cari a Lecce secondo le proposte della SGM (Società Gestione Multipla). Immediata la reazione del Movimento Difesa del Cittadino di Lecce che precisa in una nota: "Se questa è la proposta di SGM molto meglio sarebbe prevedere nel regolamento che l’Amministrazione Comunale andrà ad adottare che i cittadini possano integrare il grattino scaduto entro 20 minuti e che solo dopo tale lasso di tempo potrà essere elevata la contravvenzione".

Quando nel gennaio 2004 avevamo avanzato la proposta di introdurre anche a Lecce l’avviso bonario – sottolinea l’associazione – tutto potevamo immaginare tranne che si sarebbe potuto utilizzare la nostra proposta per far pagare maggiori somme ai cittadini leccesi.

L’associazione ricorda all’Amministrazione Comunale ed alla SGM che a Brindisi la penale è di 1 euro e proponiamo che a Lecce si adotti una penale di 5 euro per le zone tariffate ad € 0,52 e ad € 1,03, mentre può essere adottata una penale di € 10 per la zona tariffata ad € 1,50 (chi vuole proprio parcheggiare in piazza Sant’Oronzo paghi). La tariffa minima accettata dai parcometri deve essere di € 0,30 per le zone tariffate ad € 0,52 e ad € 1,03, mentre può essere di 1 euro per la zona tariffata ad € 1,50.

MDC Lecce chiede che venga stabilito espressamente che gli importi delle penali spetteranno al Comune di Lecce e che tali somme verranno utilizzate, come prevede l’art. 7 del codice della strada, per la costruzione e gestione di parcheggi e per interventi per migliorare la viabilità urbana.

Comments are closed.