TRASPORTI. ACI: cantieri stradali, migliora la sicurezza

La prima indagine sui cantieri stradali urbani realizzata dall’ACI e da altri 16 Automobile Club europei, nell’ambito del programma EuroTEST della Federazione Internazionale dell’Automobile, mette in evidenza che migliora la sicurezza della circolazione nei cantieri stradali, che non presentano più le stesse criticità del passato. È quanto dichiarato dall’ACI, che sottolinea come l’indagine abbia riguardato 57 cantieri in 12 città europee (Roma, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Monaco, Parigi, Vienna e Zurigo) "evidenziando – afferma l’ACI – un’attenzione nuova e crescente delle amministrazioni locali verso la sicurezza stradale: 3 cantieri sono stati giudicati ‘ottimi’, 28 ‘buoni’, 21 ‘sufficienti’, 4 ‘insufficienti’ e solo 1 ‘scarso’, a Madrid". A Roma, 4 cantieri su 5 ottengono una valutazione sufficiente: sono via Anastasio II, corso Trieste, via Nazionale e via Livorno, mentre il cantiere in viale dei Colli Portuensi è stato giudicato "insoddisfacente’".

"L’indagine ACI-EuroTEST – ha detto il presidente dell’ACI, Enrico Gelpi – dimostra un’inversione di tendenza rispetto al passato: l’attenzione ai tempi del cantiere cerca oggi un compromesso con l’efficienza del sistema di mobilità locale. Ne beneficiano soprattutto gli automobilisti che devono sopportare meno code con minori rischi di incidente, a tutto vantaggio dell’ambiente. E’ auspicabile che questo approccio contraddistingua anche i cantieri stradali di Milano per l’Expo 2015".

Comments are closed.