TRASPORTI. Adiconsum annuncia cause collettive contro Trenitalia in difesa dei pendolari

"Un coro di proteste che si leva dal Nord al Sud della Penisola quello nei confronti del servizio ferroviario di Trenitalia: un servizio fatto di ritardi, cancellazioni e di condizioni igieniche di viaggio a rischio sanitario". E’ quanto dichiara Paolo Landi, segretario generale Adiconsum in riferimento ai disagi che sono costretti a sopportare, in Italia, i pendolari. Adiconsum chiede a Trenitalia e a FS di attivare subito i tavoli negoziali, già concordati e sanciti da un accordo, che riguardano:

  • la nuova Carta dei diritti dei passeggeri
  • l’adeguamento dei servii per il trasporto regionale
  • il rispetto delle norme europee.

L’Associazione dei consumatori richiama, inoltre, gli Enti locali, al rispetto delle Finanziaria 2008 che prevede precise tutele per i consumatori, mai applicate né dalle Regioni né da Trenitalia. Le sedi regionali e territoriali di Adiconsum, in assenza di risposte da parte di Trenitalia, raccoglieranno l’adesione dei passeggeri per attivare cause collettive in difesa dei consumatori pendolari, "vittime di un servizio pubblico, ormai ridotto ad un colabrodo".

Comments are closed.