TRASPORTI. Aeroporti, Adiconsum: 500 euro di sanzione per ogni bagaglio smarrito

Un fondo bilaterale per risarcire i passeggeri colpiti da perdita dei bagagli e da vacanze rovinate e un tavolo permanente di concertazione con le associazioni dei consumatori: è quanto chiede Adiconsum di fronte ai disservizi aeroportuali e in particolare alla perdita dei bagagli. La richiesta è quella di prevedere non solo il rimborso m a anche una sanzione di 500 euro per ogni bagaglio smarrito. Per il segretario generale Adiconsum Paolo Landi, la perdita dei bagagli va infatti combattuta "fornendo reali poteri di prevenzione e sanzionatori all’Enac. Non è possibile continuare, con un sistema che commina sanzioni "una tantum" e irrisorie alle compagnie di 2mila euro, prive di alcun potere deterrente". "Adiconsum da mesi – afferma il segretario nazionale Pietro Giordano – chiede che venga istituita una sanzione di 500 euro per bagaglio perso, in aggiunta a quanto previsto dalla legge per danni materiali e da vacanza rovinata. Ciò avrebbe un vero potere deterrente allo scandalo della perdita di bagagli".

Intanto i bagagli spesso restano nei depositi degli aeroporti perché i costi di riconsegna sono superiori alle sanzioni previste, rileva l’associazione. La richiesta: che fra associazioni dei Consumatori e Associazione del Turismo e del Volo, con il coinvolgimento di Enac, si apra un tavolo permanente di concertazione, con l’obiettivo fra gli altri di costituire un Osservatorio dei settori del Trasporto e del Turismo, creare un sistema di conciliazione pre-giudiziale dell’enorme contenzioso esistente e promuovere campagne di informazione sui diritti dei passeggeri.

Comments are closed.