TRASPORTI. Al capolinea l’avventura di Arenaways

E’ arrivata al capolinea l’avventura di Arenaways, la compagnia privata che aveva provato a sfidare il monopolio di Ferrovie dello Stato nel Nord Italia. Il servizio ha debuttato lo scorso 15 novembre sulla tratta Torino – Milano e le promesse erano più che buone. Nessuna fermata intermedia, prezzo del biglietto competitivo (17 euro), la possibilità di poterlo acquistare on line, direttamente sul treno, al self service. Tutto rigorosamente senza sovrapprezzo. Ma ciò non è bastato a vincere la concorrenza e dopo nemmeno 1 anno ecco il triste epilogo: nei giorni scorsi è stato nominato il curatore fallimentare dopo che la settimana scorsa il consiglio di amministrazione aveva deciso di portare i libri in tribunale. Giuseppe Arena, fondatore e amministratore delegato della società, si è detto propenso a chiedere al curatore, Leonardo Marta, commercialista di Torino, la concessione dell’ esercizio provvisorio.

C’è da dire che il Tribunale di Torino ha già dichiarato ufficialmente fallita Arenaways dal 1 agosto bloccando in officina tutti i treni della società, anche di quei servizi – come i "treni del mare" e il trasporto auto al seguito – che avevano un buon successo commerciale e una discreta redditività.

Comments are closed.