TRASPORTI. Al via l’inchiesta della Commissione Ue su prestito Alitalia

Si è aperta l’inchiesta approfondita della Commissione Ue sul caso Alitalia. L’obiettivo della procedura è quello di verificare la compatibilità del prestito pubblico di 300 milioni di euro concesso dal Governo italiano ad Alitalia con il decreto-legge del 22 aprile 2008. Con un secondo decreto-legge del 27 maggio la compagnia aerea italiana ha ottenuto la facoltà di imputare l’importo del prestito in conto capitale, evitando così l’apertura di una procedura concorsuale e permettendone l’eventuale privatizzazione. La Commissione Ue ha il dubbio che questo prestito sia incompatibile con il mercato comune, non rispettando le regole comunitarie in materia di aiuti di Stato, e conferisca ad Alitalia un vantaggio ingiustificato nei confronti dei suoi concorrenti. Durante questa fase di analisi tutte le parti interessate al dossier potranno esprimere il loro punto di vista e la Commissione dovrà valutare se un investitore privato si sarebbe comportato nello stesso modo del Governo italiano. .

Comments are closed.